20 SGUARDI DI GIOVANI TUNISINI SULLA MIGRAZIONE

La prima fase della campagna di sensibilizzazzione del progetto SALEMM è stata lanciata a maggio 2014 con due sessioni di casting annunciate pubblicamente a Tunisi e Sfax. Si cercavano giovani Tunisini tra i 18 e i 25 anni con poche esperienze e tante idee.

Questa importante componente del progetto mirava ad identificare un gruppo di 20 'Ambasciatori' interessati a partecipare ad un percorso formativo sulle tecniche di produzione audiovisiva. L'obiettivo principale dei laboratori, articolati in 30 workshops, era quello di realizzare una serie di cortometraggi destinati alla diffusione nazionale come componente della campagna di informazione ufficiale SALEMM. Durante i 3 mesi di laboratori tenuti da professionisti dell'industria audiovisiva i giovani hanno potuto cimentarsi nella sviluppo di idee attraverso la scrittura di brevi seneggiature, le riprese e il montaggio video. La produzione dei cortometraggi ha visto il coinvolgimento diretto dei giovani 'Ambasciatori' in tutte le fasi produttive per realizzare una serie cortometraggi, video musicali, spot e brevi documentari dal titolo '20 sguardi sulla migrazione' (LINK ALLA PAGINA INTERNA). I video presentando uno sguardo diverso sul tema della migrazione irregolare e saranno diffusi attraverso i socialnetwork e offera ai canali radio e tv. Per una volta i giovani parlano ai giovani e suggeriscono spunti di riflessione attraverso un 'affresco' con punti di vista diversi, affrontando un tema complesso che parte da esperienze personali, testimonianze reali e riflessioni di giovani Tunisini. Scopo della campagna è quello di fornire spunti di discussione partendo dalle riflessioni di nuovi giovani autori che vedono nel fenomeno della migrazione irregolare non solo un pericolo ma anche una sfida alla crescita del paese.

La campagna parte l'11 dicembre è avrà risonanza nazionale, tutte le attività di formazione e promozione in Tunisia sono state coordinata dall'agenzia O10. La campagna di sensibilizzazione prevede anche una serie di presentazioni pubbliche nell'ambito di alcune 'Fiere delle Opportunità' che saranno organizzate all'inizio del 2015 in Marocco è Tunisia.

 

Intervistati a conclusione del percorso di formazione alcuni dei giovani 'Ambasciatori' hanno commentato così la loro esperienza:

Ahmed Boussarssar (20 anni): Il progetto SALEMM ci ha dato l'opportunità di esporre le nostre idee, ognuno secondo il proprio punto di vista e la propria esperienza. La migrazione irregolare è un problema serio ed è per questo che ho fatto il mio video, per passare il messaggio ai giovani che vogliono partire. A loro voglio dire che dovrebbero riflettere bene se vogliono partire possono farlo legalmente ma pensare che anche qui possono esserci delle alternative, dipende da noi crearle.

Amal Djebbi (22 anni): Lo spot che ho realizzato vuole essere un messaggio di speranza, per tutte I ragazzi e le ragazze che vivono una condizione di difficoltà e non vedono altre strade che partire. Non bisogna perdere la speranza anche nei momenti difficili ma è importante avere un progetto proprio in cui credere e se si vuole veramente migrare bisogna farlo consapevolmente. Fare questo film è stata una grande responsabilità e sono contenta di avere avuto questa opportunità, ho imparato molte cose e vorrei continuare a lavorare in questo ambito.

 

20 SGUARDI DI GIOVANI TUNISINI SULLA MIGRAZIONE
20 SGUARDI DI GIOVANI TUNISINI SULLA MIGRAZIONE
20 SGUARDI DI GIOVANI TUNISINI SULLA MIGRAZIONE